Consolidamento del sistema integrato di educazione e istruzione per la fascia 0-6 anni

Abbiamo lavorato per

Attivare il sistema integrato di educazione e istruzione 0-6 anni per sviluppare le potenzialità di relazione, autonomia, creatività e apprendimento dei bambini e favorire la conciliazione vita-lavoro delle famiglie.


In che modo

Nel 2017 è stato istituito a livello nazionale un Fondo ministeriale per la creazione di un sistema integrato di educazione e istruzione dalla nascita fino ai 6 anni. Il fondo integra i contributi regionali annuali per il consolidamento delle sezioni primavera per i bambini dai 24 ai 36 mesi e per il funzionamento delle scuole materne autonome paritarie. La misura è sinergica con “Nidi gratis”.

A novembre 2021, è stata approvata la programmazione regionale degli interventi del Sistema 0-6 anni per il triennio 2021/2023, in coerenza al Piano di azione nazionale 2021/2025 e il relativo riparto triennale di circa 145 milioni di euro. La programmazione sostiene servizi quali asili nido, micronidi, nidi famiglia, centri prima infanzia comunali e privati e scuole dell’infanzia paritarie, realizzati da circa 1.100 Comuni lombardi in favore di oltre 190.000 bambini.

Nello specifico, il Sistema integrato 0-6 anni in Lombardia è caratterizzato da:
Servizi per la prima infanzia che coprono il 31,7% della fascia 0-3 anni, un dato che pone la Lombardia al di sopra della media nazionale (26,9%) e in linea con l’obiettivo UE (33%), grazie a una rete di 2.410 strutture per la prima infanzia.
Sezioni primavera, un’articolata e consolidata offerta di servizi educativi integrativi destinati alla fascia 2-3 anni – che può essere attivata sia nelle scuole dell’infanzia sia nei nidi – esito delle sperimentazioni condotte in Lombardia a partire dal 2007. Ad oggi, nelle 492 Sezioni Primavera lombarde sono iscritti oltre 6.000 bambini, numero in costante crescita.
Servizi di istruzione a favore dei bambini in età pre–scolare da 3 a 6 anni erogati da istituzioni scolastiche paritarie, comunali e private. In molti Comuni l’offerta di istruzione è garantita esclusivamente da scuole dell’infanzia paritarie private a cui Regione Lombardia destina risorse proprie – oltre a quelle del Fondo statale – con un finanziamento annuo di circa 8 milioni di euro finalizzato all’abbattimento delle rette a carico delle famiglie.
Promozione dell’inclusione scolastica degli alunni con disabilità certificata anche grave tramite l’assegnazione di uno specifico contributo integrativo pari ad 1 milione di euro l’anno nell’ambito della misura Dote Scuola a favore delle scuole dell’infanzia paritarie private. Il contributo copre i costi non riconosciuti dalla relativa contribuzione statale e regionale per il personale insegnante impegnato in attività didattica di sostegno.


Risultati

+3,35 punti percentuali

aumento dei bambini inseriti nel sistema 0-6 anni tra 2018 e 2022 sul totale dei coetanei. Questo anche grazie al potenziamento dei servizi in un numero crescente di Comuni lombardi e alla riduzione delle rette a carico delle famiglie, in particolare per i nuclei con reddito più basso.
Il calo dei Comuni assegnatari del Fondo nel 2021 e 2022 è legato principalmente al trend demografico decrescente e alla riduzione delle scuole paritarie


31,7%

posti nido e servizi prima infanzia sul totale dei bambini 0-3 anni nel 2022, grazie a una rete di 1.807 asili nido, 253 micronidi, 267 nidi famiglia e 83 centri prima infanzia.
Il dato supera la media nazionale (26,9%) ed è in linea con l’Obiettivo UE (33%)


50%

bambini iscritti alle scuole dell’infanzia che frequentano scuole paritarie private, una rete di 1.300 scuole in Lombardia


2 mila

bambini con disabilità nelle scuole dell’infanzia paritarie private hanno beneficiato nell’ a.s. 2021/2022 di attività didattica di sostegno grazie al contributo Dote Scuola per l’inclusione scolastica


BENEFICIARI

  • Bambini 0-6 anni e famiglie
  • Istituzioni formative che offrono servizi 0-6 anni, assegnatarie delle risorse regionali


SOGGETTI COINVOLTI

Comuni che ricevono le risorse del Fondo nazionale e le assegnano alle istituzioni formative del territorio, sulla base dei criteri stabiliti da Regione Lombardia


TIPOLOGIA DI ATTIVITÀ

Erogazione di finanziamenti